card
Prodotti olistici
selezionati personalmente da esperti
Blog

SELENITE: la pietra della Luna

Scritto da divinamente Staff in Prodotti
Tags:
04 giugno 2020 - 0 commentiSelenite 850x420

Nello Stato di Chihuahua (Messico), precisamente nella zona di Naica, nel 1910 avvenne uno straordinario ritrovamento presso quella che fu definita “Grotta delle Spade”: grandi cristalli di selenite simili appunto a spade, lunghi anche due metri, ricoprivano le sue pareti. Lo spettacolo era meraviglioso e la grotta venne giustamente chiusa per preservare intatto l’ambiente.

Quasi un secolo dopo, per esattezza nel 2002, nuovi ritrovamenti in una successiva spedizione in loco amplificarono lo spettacolo rendendo la scoperta un vero e proprio miracolo naturale. In una grotta più ampia le formazioni cristalline di selenite raggiungevano ora 15 metri di lunghezza e quasi 2 metri di diametro! Questa nuova grotta fu battezzata “Grotta dei Cristalli” e lo stupore della scoperta non fu solo per la stupefacente bellezza di questo ritrovamento: le implicazioni scientifiche furono di gran lunga superiori poiché una simile scoperta rimetteva in discussione la teoria del disordine dell’Universo, ovvero l’inesorabile tendenza dell’Universo a produrre caos e sgretolamento. Questi macro-cristalli, infatti, mostrano che anche nelle profondità remote della Terra avvengono processi di creazione tendenti all’ordine; in un clima impossibile per l’essere umano (una temperatura superiore ai 48°C con un tasso di umidità del 100%) questi meravigliosi cristalli crescono costantemente e lentamente con lo spessore di un capello ogni 100 anni! Attraverso microscopi speciali si è stimato che alcuni di questi colossi sono cresciuti in circa un milione di anni.

Queste notizie, come tutte le scoperte stupefacenti della scienza, allietano la nostra sete di conoscenza e il nostro amore per la Natura; ma perché è così interessante parlare di questa selenite?

La selenite è una varietà di gesso cristallino con una particolarità affascinante: si deposita in strati, e in natura si trova sotto forma di scaglie opalescenti che vengono attraversate dalla luce. Ogni “spada” di selenite, dunque, emette un fascio di luce che nel corso degli anni ha dato adito alla fantasia dei suoi ammiratori: c’è chi ha paragonato questo cristallo alla spada di un cavaliere, chi alla spada di luce dell’Arcangelo Michele. Non a caso il suo nome deriva dalla sua principale caratteristica, la luce appunto, che i Greci chiamavano Selene. Gli stessi Greci adoperavano questo meraviglioso cristallo per fabbricare lastre trasparenti che fungevano come i nostri moderni vetri; essendo di colore bianco tendente al trasparente, la luce che rifletteva era simile a quella della Luna pertanto la selenite può essere propriamente definita una pietra lunare.

Delicatissima, da maneggiare con cura per non sgretolarla, la selenite è dunque una pietra femminile e nella Cristalloterapia è legata al settimo Chakra (leggi l’articolo sul settimo Chakra: www.divinamente.store/blog/settimo-chakra-sahasrara) facendo dunque da ponte per connettersi e comunicare col Divino.

In passato veniva spesso usata come “bacchetta magica” e lo scopo era la sperimentazione dell’energia fisica attivata per raggiungere la Consapevolezza Universale. Possiamo dunque dire che la selenite è una porta attraverso cui la vibrazione del nostro Essere si collega alla Pienezza del Tutto.

In senso metaforico utilizzare questa pietra lunare tramuta l’intero nostro corpo fisico in una bacchetta magica, diventando noi stessi lo strumento diretto dell’espressione divina.

Nei tempi antichi questo cristallo di gesso veniva adoperato come vetro, dando alla sua trasparenza la possibilità di scorgere la Luna: lo stesso ruolo oggi la selenite lo ricopre nella sfera spirituale, portando la Luce alla nostra esistenza. Abbiamo la possibilità, attraverso il potere naturale di questa potente pietra, di portare il Cielo sulla Terra. Ecco perché è spesso utilizzata come pietra di meditazione.

La selenite è infatti un potente cristallo di comunicazione psichica: può aiutare a comunicare col passato, con antenati e spiriti guida, e facilitare le proiezioni astrali o la telepatia. Aspetto degno di nota è il fatto che la selenite aiuti a muovere l’energia nell’acqua e in tutti i fluidi del corpo: ciò risulta utile per la salute e l’illuminazione di ogni singola cellula. Ecco perché questa pietra è adoperata per rafforzare la spina dorsale e il sistema scheletrico, come per migliorare il tono della pelle o l’assorbimento di calcio. Quello che però più conta è l’impatto spirituale della selenite. Nella Cristalloterapia questa pietra viene utilizzata per fortificare il sistema nervoso, in tal modo la condizione di calma induce alla meditazione e al collegamento col divino.

In una società altamente competitiva e stressante come la nostra, la pace interiore e la tranquillità sono doni che dobbiamo coltivare per mantenere una giusta vibrazione e un corretto equilibrio psico-spirituale. La selenite, in questo caso, è la pietra perfetta in grado di lavorare sulla nostra stabilità e sul nostro collegamento divino.

Sul nostro store puoi trovare prodotti in selenite

Come possiamo utilizzare, dunque, questa pietra lunare miracolosa?

Un modo semplice è quello di portarla con sé, magari in tasca e badando di non rovinarla, vista la sua delicatezza (è consigliabile, ad esempio, custodirla in un sacchetto di fibra naturale). Un altro modo è indossarla come ciondolo o inserirla nella classica spirale in rame placcata in argento.

Essendo una pietra lunare, dunque notturna, le sue energie si potenziano con la notte; pertanto è consigliabile tenerla vicino al letto o sotto la federa del cuscino, in modo che ne benefici anche il sonno.

Nelle nostre meditazioni, collegarci con il Divino tenendo in mano una piccola pietra di selenite darà certamente enormi riscontri.

Un altro consiglio è quello di porre alcune piccole pietre di selenite negli angoli della propria abitazione per liberare la casa dalle energie indesiderate, negative e terrene.

Una nota importante: la selenite non può essere immersa in acqua, perché è parzialmente solubile. Suggerisco quindi di lasciarla riposare su una drusa di quarzo o caricarla con la sola energia della Luna.

Qualunque sia l’applicazione che ne vorrai fare (spirituale, meditativa, psicologica), questa meravigliosa e potente pietra sarà la tua compagna per l’evoluzione interiore della tua esistenza!

Scopri tutti i prodotti su DivinaMente

Se vuoi essere sempre aggiornato sull'uscita dei nuovi articoli o sul mondo DivinaMente, iscriviti alla nostra newsletter.

0 Commenti
Lascia un commento
Rimani sempre aggiornato
Iscriviti alla nostra newsletter
message images