card
Prodotti olistici
selezionati personalmente da esperti
Blog

IL PENTACOLO

Scritto da divinamente Staff in Prodotti
Tags:
28 febbraio 2019 - 3 commentiPentacolo-ciondolo giallo 850x395

Ho deciso di scrivere un articolo sul pentacolo per sfatare l’immagine di un simbolo a cui è stato assegnato un significato erroneamente negativo, cercando invece di esaltare la vera essenza, di un simbolo puro ma soprattutto ricco di significati profondi. Il pentacolo infatti è uno degli strumenti più antichi e potenti al mondo capace di sprigionare vibrazioni ad alta frequenza che infastidiscono le entità malvage (o energie basse). Oggi però, per ignoranza, viene associato al male e alle sette sataniche.

Si sa poco delle vere origini di questo ancestrale simbolo, sappiamo che era presente in moltissime culture, sparse in tutto il mondo, tra cui l’antico Egitto dove rappresentava il Sole. Era utilizzato dai pagani per rappresentare Venere, la dea dell’amore e della bellezza. Il motivo di questa associazione arrivava da un forte collegamento tra il pentacolo e il pianeta Venere. Ogni otto anni, infatti, questo pianeta traccia un pentacolo perfetto sulla sua eclittica e da questo meraviglioso fenomeno divennero entrambi simboli di perfezione e bellezza.

Nel Medioevo veniva disegnato su oggetti come scudo protettivo o tracciato sulle porte delle abitazioni per scacciare e tenere lontano il male; a questo proposito è interessante notare che oggi tantissimi monumenti, soprattutto chiese, hanno il simbolo del pentacolo disegnato su porte o finestre. Considerato un simbolo positivo a cui erano state attribuite capacità di protezione, bando, invocazione e benedizione, prese però tutt’altro significato con l’arrivo del Cristianesimo.

VARIE INTERPRETAZIONI

Tante sono le interpretazioni che sono state date al significato del pentacolo, vediamone alcune:

  • Il pentacolo, formato da una stella racchiusa di solito in un cerchio, sta a rappresentare la creazione, cioè l’interazione tra il microcosmo e il macrocosmo. Il cerchio è la continuità, l’eternità, l’infinito, mentre le cinque punte simboleggiano i cinque elementi ovvero l’insieme di tutte le forze presenti nel cosmo: partendo dalla prima punta in basso a sinistra e proseguendo in senso orario troviamo la Terra, lo stato solido della materia; l’Aria, lo stato gassoso; lo Spirito, l’etere che tutto permea; l’Acqua, lo stato liquido; e infine il Fuoco, l’energia. Questi elementi si trovano sia all’interno che all’esterno dell’uomo e devono essere in armonia tra loro per far sì che l’essere umano trovi un suo equilibrio; ogni punta è uno stadio superiore di consapevolezza da raggiungere.

  • Pitagora dimostrò che dal pentacolo (a cui conferì anche il nome di pentagono stellato o pentalfa, “cinque lettere alfa incrociate”, ossia cinque principi) si poteva calcolare la sezione aurea su cui si fonda l’architettura sacra egiziana, questo conferiva un significato mistico di perfezione divina ad esprimere l’armonia tra corpo, mente e spirito. I pitagorici lo disegnavano sul palmo della mano come simbolo di identificazione o nelle lettere, come augurio di buona salute.
  • Facendo riferimento al celebre “Uomo Vitruviano” di Leonardo Da Vinci, il pentacolo riproduce l’uomo con braccia e gambe aperte, racchiuso da un cerchio. L’uomo (microcosmo) contiene dentro di sé l’universo (macrocosmo).
  • Anche nella Massoneria il pentacolo o stella fiammeggiante rappresenta il risveglio dell’uomo, cioè la luce che illumina il percorso del profano verso l’illuminazione.  

Per i sacerdoti e le sacerdotesse celtiche le cinque punte rappresentavano i doni conferiti all’uomo da entità superiori, per poter superare gli ostacoli sulla Terra o per dominarla. Questi erano: la pietra del destino, la spada invincibile, la lancia magica, il calderone e la magia di Mannan, il dio del mare.

IL PENTACOLO ROVESCIATO

Il pentacolo con la punta verso l’alto rappresenta lo spirito, la saggezza, la ragione che domina l’istinto e la materia, lo si può definire il perfetto equilibrio tra mente, corpo e spirito. Quindi capovolto, non è nient’altro che la predilezione dell’essere umano all’istinto primitivo, al caos, all’ignoranza, all’egoismo, al male… insomma agli aspetti più inferiori. 

Il satanismo, nascendo come negazione del cristianesimo, adottò il pentacolo rovesciato a rappresentare il rifiuto alla sottomissione dell’uomo al Dio Cristiano. Secondo i satanisti, se la stella disegnata con una punta in alto è simbolo di Luce e bene, allora quella rovesciata (con una punta verso il basso e due verso l’alto), rappresenterebbe l’oscurità e il male, quindi un insulto a Dio.

Grazie anche alla vita materiale noi possiamo avere tante esperienze ed evolverci, perciò il pentacolo capovolto non è da interpretarsi come la negazione della spiritualità ma al contrario è da intendersi come un’opportunità di crescita; lo spirito “scende” nella materia ad affrontare le difficoltà, facendosi carico delle proprie responsabilità e imparando dai propri errori.

Ricordatevi però che ciò che conta è il vero significato che voi attribuite ai simboli in generale perché sarà quella vostra credenza ad attivare meccanismi energetici che vi porteranno ciò che chiedete. Quindi attenzione ad utilizzare i simboli se non avete buone intenzioni!

Su Divinamente puoi trovare il simbolo del pentacolo su vari articoli! Clicca qui.

USARE IL PENTACOLO COME PROTEZIONE

Il modo migliore per beneficiare del potere del pentacolo è indossarne uno o tenerne un’immagine in casa. Vi indico però un paio di metodi dove potete utilizzarlo in caso di “emergenza”, come simbolo di protezione personale (non però su altre persone!).

Metodo 1

Connettetevi alla vostra Fonte mettendo una mano sul cuore per qualche istante e invocate dentro di voi il vostro Potere Personale. Quando sentirete una leggera vibrazione al braccio o alla mano che avete poggiato sul cuore, con quest’ultima, disegnate nell’aria davanti a voi il vostro pentacolo chiedendo di attivare protezione al vostro campo aurico e di allontanare qualunque forma energetica negativa da voi. Ovviamente questo non potrà proteggervi dalle vostre forme pensiero o da energie basse che voi stessi emanate!

Metodo 2

Questo secondo metodo, invece, lo potete utilizzare per proteggere gli ambienti. In questo caso avrete bisogno della salvia bianca, o del palo santo, o di un bastoncino d’incenso al sandalo o meglio ancora al copale per attivare prima una purificazione. Dopo aver passato tutta la stanza, o tutta la casa, con uno degli incensi di cui sopra, fermatevi davanti al punto che sentite più carico di energie basse (di solito è dove si sta meno volentieri o piace di meno) e con l’incenso tracciate nell’aria il simbolo del pentacolo pronunciando una frase di allontanamento (ad esempio: che questa stanza sia purificata ed ogni negatività allontanata). Se sentite che l’energia negativa possa arrivare dal pavimento, soffitto, o una parete in particolare (forse perché ci sono dei vicini particolarmente “difficili”!) allora puntate l’incenso verso quella direzione e tracciate un pentacolo nell’aria. Più crederete in ciò che fate e più potente sarà il vostro pentacolo!

Perciò, prima di trarre conclusioni affrettate su un qualunque argomento, è bene conoscerlo a fondo e anche dopo approfonditi studi, è saggio pensare che se ne sa ancora troppo poco…

Carla Allieri

Su Divinamente puoi trovare il simbolo del pentacolo su vari articoli! Clicca qui.

3 Commenti
user
Luana Ravanelli 16 marzo 2019 alle ore 23:06
Ciao carissima Carla,io mi sono presa un ciondolo a pentacolo ma ho dovuto toglierlo mi dava pesantezza da cosa può essere causato? Ti ringrazio per la tua risposta un abbraccio luana
user
Emilia 17 marzo 2019 alle ore 14:17
Cara Luana, abbiamo provveduto a girare la tua richiesta a Carla Allieri che ti risponderà il prima possibile! Un abbraccio, Emilia dello staff di Divinamente
user
Rosaria 05 aprile 2019 alle ore 19:28
Ciao io già lo tengo ,e non lo tolgo mai però lo devo un po caricare di energia
Lascia un commento
Rimani sempre aggiornato
Iscriviti alla nostra newsletter
message images